Cosa causa l’inflazione e perché i prezzi aumentano?

Quando decidi di acquistare un bene o un servizio, spesso, ti rendi conto che i prezzi sono aumentati. Questo può essere frutto di una decisione legata al singolo brand. Ma puoi anche trovarti di fronte a una condizione di inflazione. Sai di cosa si tratta?

Cosa causa l'inflazione e perché i prezzi aumentano?

Le cause dell’inflazione possono sembrare oscure nella maggior parte dei casi. Però ritroviamo i suoi effetti nel quotidiano, quando andiamo a fare la spesa.

Anche perché stiamo parlando di questo: con il termine inflazione intendiamo l’aumento strutturale, quindi prolungato nel tempo e non legato a una singola condizione, del livello medio generale dei prezzi. Questo vale per beni e servizi.

L’effetto principale di tutto ciò è una diminuzione del potere d’acquisto della moneta, motivo per cui è così usuale notare un aumento dei prestiti in queste circostanze.

Le persone hanno bisogno di cessioni del quinto e finanziamenti non finalizzati quando si presentano queste condizioni. Quindi è nostro interesse capire le cause dell’inflazione. Di cosa stiamo parlando? Perché aumentano i prezzi al consumo?

Aumento della domanda dei prodotti

Una delle cause dell’inflazione più comuni: se si richiede un bene in misura tale da non riuscire a soddisfare le richieste, a causa di un’offerta limitata, abbiamo un aumento dei prezzi. E una conseguente sofferenza per il consumatore finale.

Questo percorso è legato alla storica legge della domanda e dell’offerta che determinano i costi da sostenere per il pubblico. Qual è la connessione che causa l’inflazione? La domanda di un bene è inversamente proporzionale al prezzo.

cause dell'inflazione

L’offerta ha un percorso opposto: a un aumento del prezzo aumenta, e viceversa. Per capire meglio questo processo possiamo dare uno sguardo a questo grafico (Wikipedia) dove si incontrano in un equilibrio le curve di domanda e offerta.

Da leggere: come aiutare i figli a comprare casa

Aumento dei costi di produzione

Con la crisi energetica dovuta al conflitto tra Russia e Ucraina abbiamo un aumento dei prezzi del gas. Nel momento in cui un bene manca si presenta un incremento generalizzato del costo sul mercato. Dato che stiamo parlando di una materia prima collegata a diversi settori, questo fattore si trasforma automaticamente in inflazione.

Però legata a cause esogene, ovvero esterne al paese che subisce questa condizione. Quando le imprese non mantengono il ritmo di acquisto dei consumatori, i prezzi aumentano. Ma crescono anche quando il costo della materia prima s’impenna.

Questo problema riguarda soprattutto le fonti di energia come petrolio e gas. Anche i problemi climatici possono interferire con questi indicatori, ad esempio le centrali idroelettriche risentono negativamente della siccità legata al cambiamento climatico.

Politica economica dei singoli stati

Uno dei motivi per cui ci ritroviamo degli stati con un’inflazione altissima riguarda le scelte rispetto alla quantità di denaro. Questo meccanismo è sempre legato alla legge della domanda e dell’offerta: se aumenta quest’ultima il prezzo diminuisce. E il denaro perde valore. Ecco quali sono i paesi con il tasso d’inflazione più alto.

Politica economica dei singoli stati

Come puoi ben capire osservando questa cartina, in Italia abbiamo sicuramente un’inflazione importante che accomuna l’intera zona Euro. Però ci sono paesi in cui questo parametro raggiunge livelli preoccupanti al limite della bancarotta.

Oppure si assestano verso la deflazione, sinonimo di stagnazione economica. La deflazione non deve essere confusa con la disinflazione, rallentamento dell’inflazione e prezzi in calo. Nel momento in cui la stagnazione si combina con l’inflazione – quindi abbiamo blocco dell’economia e aumento dei prezzi – si parla di stagflazione.

Riapertura delle attività economiche

Una delle cause dell’inflazione connessa al momento storico: la rapida riapertura delle attività economiche in concomitanza della crisi energetica scaturita dal conflitto in Ucraina. Partiamo da una condizione di lockdown e restrizioni per Covid-19.

L’economia è rimasta ferma per diversi mesi e le persone hanno aspettato il momento giusto per ricominciare le proprie attività. Oggi, con l’aumento generale della domanda è più facile ritrovarsi nella condizione in cui tutte le attività aumentano i prezzi perché possono permettersi di avere un pubblico disposto a spendere di più.

D’altro canto bisogna considerare che il Covid-19 ha portato a un aumento dei prezzi proprio perché durante la fase acuta della pandemia i costi al consumo erano scesi al minimo. Con la ripresa del mercato i prezzi sono aumentati, causando l’inflazione.

Da leggere: cos’è il libretto di risparmio e a cosa serve

Cosa significa questo per il consumatore?

C’è bisogno di supporto e finanziamento per le attività imprenditoriali. Ma anche per affrontare bisogni e necessità quotidiane. Ecco perché, di fronte all’aumento generalizzato dei costi e dei prezzi, può far comodo avere una linea di credito.

Parliamo di finanziamenti comodi, tipo una cessione del quinto dello stipendio o della pensione sempre pronta a supportare le tue necessità. Vuoi maggiori informazioni?

Categories
Educazione finanziaria

Silvio Parisella

Sono un agente finanziario e business coach. Mi occupo di prestiti dal 2006, mi sono specializzato nel prodotto cessione del quinto per dipendenti e pensionati. Ho finanziato migliaia di clienti in tutta Italia.
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments