Cos’è la cessione del quinto?

La cessione del quinto è un metodo semplice ed efficace per ottenere un prestito in tempi rapidi, da restituire in un periodo dilazionato. Il meccanismo di rateizzazione avvantaggia pensionati e dipendenti statali a tempo indeterminato ma ci sono diverse sfumature da valutare. Ecco una definizione chiara con spiegazione della cessione.

Cos'è la cessione del quinto?

Per capire cos’è la cessione del quinto basta avere una minima infarinatura di matematica: si tratta di un finanziamento, una forma di prestito personale, che consente ai dipendenti o ai pensionati di ottenere liquidità. La restituzione?

Avviene attraverso la decurtazione di un quinto (1/5, ovvero il 20%) dei profitti mensili. Tutto si muove in automatico, senza impegno da parte del richiedente. Si stabilisce l’importo e si definisce il tempo utile per restituire la somma con gli interessi.

Ecco cos’è la cessione del quinto per dipendenti e pensionati, un modo semplice e conveniente per avere una somma di denaro in breve tempo. Vuoi approfondire?

Cos’è la cessione del quinto dello stipendio

Si tratta di un prestito che una persona può chiedere a istituti di credito e banche per ottenere una certa cifra di liquidità. Il nome deriva dalla formula con la quale si restituisce il debito: ogni mese viene decurtato la quinta parte dello stipendio.

Il datore di lavoro non può rifiutarsi di effettuare questo passaggio ma solo se c’è busta paga. Se il dipendente viene licenziato o si dimette le somme maturate di liquidazione vengono utilizzate per estinguere la cessione del quinto. E si salda il dovuto.

E lo fai con una formula sostenibile, chiara. Non ci sono sorprese, non si presentano inconvenienti e variazioni: chi chiede la cessione del quinto sa già quanto inciderà sull’utile mensile, in modo da fare un investimento sicuro per le proprie finanze.

Da leggere: come calcolare la rata del prestito personale

Cos’è la cessione del quinto della pensione

Strumento simile alla cessione del quinto con stipendio ma la rateizzazione viene definita attraverso il 20% della somma percepita per la pensione personale.

In questi casi bisogna valutare non più il rischio che può avere un’azienda agli occhi dell’istituto creditizio ma l’età del richiedente. Chiaramente, con l’avanzare degli anni, le banche hanno qualche remora alla concessione ma si possono ottenere prestiti con cessione in cui la scadenza non superi il 85esimo anno di età (fonte Wikipedia).

Quali sono i vantaggi reali della cessione?

In primo luogo non hai il pensiero di dover restituire la somma pagando una rata: viene decurtata automaticamente. Questo meccanismo di sicurezza permette alla banca di ragionare con maggior facilità anche per elargire somme importanti.

Questo anche se ci troviamo di fronte a una storia creditizia – segnalazione al CRIF, elenco cattivi pagatori – non proprio lineare. La banca o l’istituto di credito può rivalersi direttamente su salario o pensione. Quindi non teme ritardi o insolvenze.

Quale decreto regola la cessione del quinto?

Sai cos’è la cessione del quinto, ora però dovresti approfondire i suoi riferimenti ufficiali. Questa tipologia di prestito nasce con il D.P.R. (decreto del Presidente della Repubblica) del 5 gennaio 1950 n. 180: qui puoi trovare tutti i passaggi necessari per scoprire i dettagli. Attenzione, il documento è stato aggiornato il 14 maggio 2005 con la legge n. 80.

Le regole, chi può chiedere questo prestito

Le persone con un reddito mensile fisso e garantito da un contratto a tempo indeterminato, determinato e pensionistico possono chiedere la cessione.

C’è un punto in comune: la solidità del sistema che mette al sicuro il creditore da casi di insolvenza. D’altro canto, dato che la struttura economica di questo finanziamento esige la riscossione della rata in anticipo, la presenza di un contratto di lavoro (o pensionistico) documentato resta la condizione essenziale per procedere.

Cos’è la cessione del quinto

Quando chiedono cos’è la cessione del quinto l’attenzione deve cadere anche sul fatto che non rappresenta un finanziamento rivolto solo a statali, para-statali e pensionati.

Anche un dipendente nel settore privato può ricevere questo prestito ma la banca (o l’istituto di credito) deve valutare l’affidabilità della condizione economica e fiscale dell’azienda. E la restituzione non può andare oltre la scadenza del contratto a tempo determinato.

Da leggere: differenza con il prestito personale

Come ottenere la tua cessione del quinto?

Il processo è fin troppo semplice. Avviene con il lavoro di un agente finanziario, un professionista della cessione del quinto ma anche di prestiti personali, mutui e leasing che si interfaccia al posto tuo con banche, istituti di credito e altri intermediari.

Così puoi muoverti a norma di legge, gestire al meglio i rapporti con datore di lavoro e cassa pensionistica come l’INPS. Vuoi procedere in modo da capire fino in fondo cos’è la cessione del quinto e avere il miglior trattamento possibile?

Categories
Prestiti e cessioni

Silvio Parisella

Sono un agente finanziario e business coach. Mi occupo di prestiti dal 2006, mi sono specializzato nel prodotto cessione del quinto per dipendenti e pensionati. Ho finanziato migliaia di clienti in tutta Italia.
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments