Come calcolare la rata del prestito personale

Quando decidi di chiedere un prestito personale dovresti prima conoscere l'importo della rata mensile che è diversa da quella della cessione del quinto. Per avere questo parametro hai bisogno di TAN e TAEG: cosa sono? Ecco tutto quello che devi sapere.

Come calcolare la rata del prestito personale

Per capire come calcolare la rata del prestito personale – quanto devi versare ogni mese per restituire la somma di denaro che hai ricevuto – basta usare uno dei simulatori che trovi online. Sono app che ti consentono di avere una stima delle rate.

Come funzionano i calcolatori? Basta inserire la somma richiesta, il numero di mesi sui quali si spalma la restituzione, il tasso d’interesse e tutto appare chiaro. Ecco un esempio che puoi prendere come riferimento per ottenere una prima valutazione.

Ecco un esempio di calcolatore di rata prestito.

Poi c’è chi suggerisce un modo diverso, sicuramente più preciso e affidabile, per calcolare la rata del prestito personale: chiedere aiuto a un consulente finanziario.

In questo modo puoi avere un preventivo chiaro e personalizzato. Ma se vuoi approfondire il meccanismo che si trova dietro al calcolo della rata continua a leggere.

Perché devi calcolare la rata del prestito

Puoi avere una stima chiara dell’impegno da sostenere. A differenza della cessione del quinto, un prestito personale non ha una somma netta e definita a monte alla quale devi rinunciare. Nel primo caso, quello della cessione del quinto dello stipendio o della pensione, sai già quanto dovrai lasciare all’istituto di credito: 1/5 del salario.

Ad esempio, se guadagni 2.500 euro al mese la somma sarà di 500 euro. Quindi puoi fare subito i calcoli. Con altri finanziamenti, invece, ci sono equilibri differenti. Quali? Ecco cosa devi sapere per calcolare al meglio la rata del prestito personale.

Da leggere: differenza tra prestito e cessione del quinto

Quali sono i dati per il calcolo del prestito

Come ogni buona operazione matematica, anche per calcolare il prestito personale hai bisogno di alcuni elementi per ottenere il risultato. Ecco cosa serve:

  • Somma da chiedere.
  • Numero di rate.
  • TAN.
  • TAEG.

Ora, mentre i primi due punti della lista sono abbastanza chiari ci sono dei dubbi per quanto concerne la parte finale. Di cosa stiamo parlando? Semplice, degli elementi necessari per avere il tasso d’interesse e per fare un confronto tra diversi prestiti.

Altrimenti per avere il numero di euro da restituire ogni mese basterebbe dividere la somma per i mesi. Invece dobbiamo considerare altri dati. Quali?

TAN

Tasso annuo nominale, vale a dire l’interesse che l’istituto di credito applica al denaro che hai ricevuto. Qui non si considerano i costi di accesso come quelli delle spese di istruttoria. Facciamo un esempio: se il TAN è del 6% vuol dire pagheremo un tasso d’interesse dello 0,5% dato che la formula è TAN/12 (numero dei mesi in un anno).

TAEG

In questo caso parliamo del tasso annuo effettivo globale, vale a dire l’elemento che ci permette di prendere in considerazione non solo il TAN ma anche le spese accessorie.

Per fare un paragone tra i vari prestiti personali sul mercato bisogna prendere in considerazione questo valore. Che ha formule molto più complesse e variabili rispetto alla precedente. Ecco come procedere per fare il tuo calcolo del prestito personale.

Come calcolare la rata del prestito personale

Abbiamo detto che usare un calcolatore online è la soluzione rapida: inseriamo importo del prestito, durata, tasso di interesse e frequenza delle rate puoi ottenere il risultato richiesto. Cosa accade se al posto del tasso d’interesse metti il TAEG?

Puoi avere la rata comparativa con le diverse soluzioni proposte dalle banche (TAN e TAEG variano in base all’istituto). Vuoi calcolare il prestito utilizzando solo il TAN?

Si può sfruttare la formula (C*R*T/100)/365: capitale moltiplicato per tasso applicato dalla banca e tempo. Tutto diviso 100. E poi ancora diviso il numero di giorni in un anno.

file excel
Un esempio di file con formula per il calcolo.

Ricorda che è possibile creare anche un file Excel destinato a questo compito, un foglio di calcolo con la formula che puoi scaricare come modello a questo indirizzo (file XLS).

Da leggere: come avere un anticipi di tredicesima dalla busta paga

Hai bisogno di una consulenza specifica

Calcolare la rata del prestito personale è importante perché ti consente di dormire sonni tranquilli. Oggi è possibile avere anche dei prestiti in tempi brevi ma bisogna avere una consapevolezza chiara dell’importo dovuto.

A volte non basta una semplice stima o una valutazione, soprattutto se si deve fare un confronto tra il prestito da chiedere a vari istituti di credito. Qual è la soluzione più conveniente per te? E quella che ti permette di ottenere prestiti veloci?

Categories
Prestiti e cessioni

Silvio Parisella

Sono un agente finanziario e business coach. Mi occupo di prestiti dal 2006, mi sono specializzato nel prodotto cessione del quinto per dipendenti e pensionati. Ho finanziato migliaia di clienti in tutta Italia.
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments