Posso avere un anticipo della tredicesima in busta paga? E come?

Il tuo stipendio non basta? Esistono delle soluzioni alternative da valutare. Una di queste è l'anticipo della tredicesima sulla busta paga. Non sempre è possibile ma ci sono delle possibilità interessanti se si raggiunge l'accordo tra le parti. Ecco cosa sapere per avere un cospicuo aumento grazie a questo contributo.

Per i lavoratori dipendenti, assunti con contratto di lavoro, è previsto un bonus a dicembre per affrontare le spese. Parliamo della tredicesima, un valido aiuto per molte famiglie che proprio in questo periodo devono affrontare oneri importanti. Ma è possibile avere un anticipo della tredicesima in busta paga? Sì, c’è questa possibilità

A patto che ci sia un accordo tra datore di lavoro e dipendente. In più è necessario il rispetto di alcuni passaggi, perché magari non siamo interessati a ricevere un’intera mensilità extra proprio a dicembre e preferiamo affrontare le spese impreviste con un supporto esterno che ci fa muovere con sicurezza. In questi casi puoi chiedere – o provare a ottenere – un anticipo sulla tredicesima. Quali sono i punti da rispettare?

Regole per l’anticipo della 13esima

Il primo punto da considerare: nei vari CCNL (contratti nazionali del lavoro) non si vieta la possibilità di risolvere la tredicesima in modalità differenti. L’obbligo è quello di offrire al lavoratore una mensilità extra, in anticipo rispetto ai giorni del Natale.

Ma se c’è un’esigenza diversa è possibile chiedere che la tredicesima venga liquidata mensilmente. L’importante è avere un accordo scritto tra le parti, vale a dire:

  • Il datore di lavoro.
  • Il lavoratore.

L’importo sarà lo stesso, vale a dire 1/12: una parte di stipendio diviso il numero dei mesi. Dato che la tredicesima rappresenta una mensilità in più rispetto a quella che viene consegnata a dicembre, l’anticipo di questa somma equivale a un dodicesimo.

Da leggere: come si calcola la pensione?

Tutti possono chiedere l’anticipo?

Possono ottenere questa gratifica natalizia nella retribuzione tutti i lavoratori con un contratto di lavoro. Sono esclusi i soggetti con contratto subordinato, come ad esempio chi è assunto a tempo determinato. In questi casi non è possibile chiedere un anticipo della tredicesima in busta paga perché non è previsto questo passaggio.

anticipo tredicesima in busta paga

Dato che la tredicesima matura durante l’anno di lavoro, ci sono anche delle limitazioni all’anticipo di tredicesima in busta paga. Ad esempio sono esclusi dal conteggio i congedi parentali, i periodi di aspettativa per funzioni pubbliche o cariche statali di diversa natura. Anche i permessi non retribuiti sono esclusi dal conteggio.

Posso anticipare TFR e 14esima?

Sì, vale lo stesso discorso: sempre attraverso le regole del comune accordo si possono raggiungere degli equilibri che consentono di ottenere l’anticipo. Per il TFR, ad esempio, è presente anche la pagina dell’INPS dalla quale fare domanda.

Da leggere: qual è la differenza tra prestito e cessione del quinto?

Conviene chiedere l’anticipo?

Dipende, non sempre. L‘anticipo della 13esima è utile quando non abbiamo grandi esigenze per questo periodo o comunque non c’è bisogno di fare grandi spese a Natale.

Ma se questo anticipo si chiede per risolvere qualche necessità economica ci sono altri strumenti che non minano la comodità di una mensilità aggiuntiva nel momento in cui c’è bisogno. Ad esempio è possibile chiedere una cessione del quinto.

Vale a dire un finanziamento che dà al titolare di pensione o busta paga un prestito da restituire con 1/5 dello stipendio in un periodo di tempo proporzionato alla cifra.

Inoltre c’è un problema: chi non ha un contratto di lavoro che prevede la tredicesima è escluso da questa dinamica. Ecco perché in questi casi è possibile avere dei prestiti personali in grado di anticipare la liquidità necessaria per esigenze specifiche.

Categories
Mondo del lavoro

Silvio Parisella

Sono un agente finanziario specialist inscritto all'albo OAM A4128. Mi occupo di prestiti dal 2005 con particolare attenzione al comparto sanità. Ho finanziato migliaia di medici, infermieri presenti in tutta Italia attraverso i prodotti di Prexta S.p.A. Gruppo Bancario Mediolanum. I contenuti e le opinioni eventualmente espresse all’interno di questo blog non rappresentano né corrispondono necessariamente al punto di vista dell’Azienda per cui lavoro.
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments