Come funziona il prestito INPS?

Il prestito INPS è una soluzione molto conveniente per ottenere somme di denaro da sfruttare per raggiungere i tuoi obiettivi in tempi rapidi. Vuoi scoprire come si articola questo credito? Continua a leggere per approfondire il tema del prestito INPS.

Come funziona il prestito INPS?

Il prestito INPS è una tipologia di finanziamento dedicata a dipendenti e pensionati iscritti a una delle gestioni di questa cassa di previdenza sociale. Questo tipo di prestito agevolato può essere chiesto in modi differenti, principalmente attraverso un contatto diretto con l’istituto o con una società finanziaria convenzionata.

Ma perché tutti parlano bene del prestito INPS? Per quale motivo c’è una forte richiesta di finanziamenti per lavoratori dipendenti e pensionati proprio da questo Istituto Nazionale della Previdenza Sociale? Semplice, ci sono delle condizioni molto convenienti ma anche diverse tipologie di prodotti finanziari da scegliere.

In alcuni casi parliamo di credito dedicato ad alcuni lavoratori che svolgono funzioni specifiche, in altri casi il finanziamento riguarda condizioni particolari come ad esempio lo status di pensionato. O magari un evento particolare come un lutto o una nascita. Ecco qualche informazione in più per approfondire il tema in questione.

Cos’è il prestito INPS, una definizione

Si tratta di una forma di finanziamento, pensata per i dipendenti della pubblica amministrazione e pensionati, che fa capo al sistema della previdenza sociale INPS. Questi prestiti hanno dei tassi d’interesse convenienti, rate fisse e gestibili, un processo di richiesta agevolato. Inoltre esistono diverse soluzioni per ogni esigenza.

Tra i vantaggi del prestito INPS: non è necessario avere garanzie, si escludono diverse spese tecniche ed è possibile ottenere attraverso istituti e banche convenzionate.

Da leggere: cosa sono i prestiti NoiPA

Quanti prestiti abbiamo a disposizione?

Come abbiamo suggerito, il prestito INPS è una forma di finanziamento rivolto a dipendenti e pensionati che fanno capo a questo istituto di previdenza sociale.

Possiamo inquadrare dei prodotti rivolti a professori, dirigenti scolatici e persone che lavorano nell’Istruzione Pubblica: i piccoli prestiti Gestione Assistenza Magistrale.

Poi ci sono soluzioni pensate per i dipendenti delle Poste Italiane – sia in forma di piccolo prestito che formule più ampie da restituire con cessione di un quinto dello stipendio – dopo aver maturato quattro anni di anzianità. I prestiti pluriennali possono avere una durata quinquennale, da restituire in 60 o 120 rate mensili.

Esistono anche i piccoli prestiti della Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali per i dipendenti pubblici che possono essere chiesti per qualsiasi esigenza.

Il prestito pluriennale, invece, è dedicato a particolari esigenze e può essere restituito in tempi più lunghi. Esistono anche prestiti di anticipazione Vecchio e Nuovo Fondo Mutualità per far fronte a nuove nascite o lutti. Tutto questo senza dimenticare la cessione del quinto della pensione sempre legata al prestito INPS.

Le figure che possono avere il prestito INPS?

A chi è dedicato questa forma di finanziamento erogato dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale? Ai dipendenti pubblici e pensionati iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. A queste persone si aggiungono docenti e insegnati (Gestione Assistenza Magistrale) e i dipendenti delle Poste Italiane.

Come ottenere il prestito INPS

In primo luogo bisogna rispettare alcuni criteri per poter ricevere un prestito INPS. Ad esempio devi essere in servizio quando chiedi il finanziamento e aver svolto almeno 4 anni di attività continuativa. Per i militarli parliamo di due anni di servizio.

Verificati i requisiti base si può procedere a inviare la domanda, insieme a documento di riconoscimento e , attraverso i circuiti dell’INPS o con un istituto intermediario.

tabella prestito INPS
Tabella con prestiti INPS decennali, tasso 3,5% (tabella rate).

Per ottenere una simulazione del prestito INPS devi entrare nel portale e seguire le istruzioni che trovi nella pagina ufficiale. Attraverso questo strumento puoi avere una simulazione del prestito inserendo e della rata lo stipendio netto e la data di nascita.

Perché si parla ancora di prestiti INPDAP?

In passato c’era l’Istituto nazionale di previdenza e assistenza per i dipendenti dell’amministrazione pubblica, ovvero l’INPDAP. Poi è stato soppresso e le sue funzioni sono confluite nell’INPS. Quindi quando si sente qualcuno citare prestiti INPDAP, prestiti ex dipendenti INPDAP o altre combinazioni del genere stiamo sempre parlando dei prestiti INPS dato che tutto adesso fa capo a questa istituzione.

Da leggere: come funziona la cessione del quinto per gli statali

Chi può aiutarmi ad avere un prestito INPS?

Noi siamo abilitati e specializzati nelle domande per ottenere il piccolo prestito INPS, le cessioni del quinto per i pensionati, la Gestione Assistenza Magistrale e tutti i finanziamenti per le figure che hanno diritto a questa forma di credito agevolato.

Non accettiamo tutte le domande perché abbiamo dei criteri di selezione particolari ma se hai un piano ben preciso e le idee chiare su come far fruttare il prestito saremo felici di seguirti per ottenere il prestito INPS più conveniente. Vuoi più informazioni?

Categories
Prestiti e cessioni

Silvio Parisella

Sono un agente finanziario e business coach. Mi occupo di prestiti dal 2006, mi sono specializzato nel prodotto cessione del quinto per dipendenti e pensionati. Ho finanziato migliaia di clienti in tutta Italia.
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments