Prestiti per Guardia di Finanza, come chiederli e quali sono le soluzioni

Chi lavora come finanziere può chiedere dei prestiti agevolati molto interessanti. Tra le diverse occasioni per ottenere liquidità extra c'è, ovviamente, la cessione del quinto. Vuoi maggiori informazioni su questo tema? Continua a leggere per approfondire.

prestiti a guardia di finanza

Chi lavora nelle forze dell’ordine sa che esistono dei circuiti per ottenere dei finanziamenti agevolati. Questo vale anche per i prestiti alla Guardia di Finanza, uno dei corpi di Polizia presenti sul territorio italiano che vigilano sulla nostra sicurezza.

Chi presta servizio nel corpo della Guardia di Finanza può occuparsi di violazioni tributarie e finanziarie ma anche di altri settori come la sicurezza del territorio.

Così come avviene con Polizia e Carabinieri, agli uomini che svolgono questo prezioso compito per la nazione è rivolta una soluzione particolare per ottenere linee di credito rapide e convenienti. Hai bisogno di approfondire l’argomento? Continua a leggere.

Prestiti INPS per Guardia di Finanza

Sei parte del corpo delle Fiamme Gialle e lavori negli uffici, come militare o al servizio della Guardia di Finanza? Una delle soluzioni per chiedere un finanziamento agevolato è il prestito INPS – noto anche come ex INPDAP – dedicato sia ai dipendenti che ai pensionati. Questi prestiti sono rivolti a tutte le Forze dell’Ordine italiane.

Quindi sono incluse il corpo di Polizia di Stato, Carabinieri, militari, Vigili del Fuoco, Polizia Penitenziaria, Capitaneria e, ovviamente, Guardia di Finanza. I vantaggi?

  • Tassi d’interesse agevolati.
  • Tempi di erogazione rapidi.
  • Semplicità della procedura.

I prestiti per GDF sono finanziamenti per le Forze Armate e consentono di ottenere delle somme più o meno alte da dividere in tempi differenti. Infatti esistono due soluzioni fondamentali che puoi chiedere come dipendente della Guardia di Finanza.

Da leggere: differenza tra prestito e cessione del quinto

Piccolo prestito

Il piccolo prestito INPS per Guardia di Finanza, così come per tutte le Forze Armate, è dedicato agli iscritti nella Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Si tratta di un finanziamento di piccola entità, a breve termine, legato alle disponibilità di bilancio dell’Istituto. Il processo di rimborso è quello della cessione del quinto, ovvero?

Le rate sono trattenute su stipendio o pensione. Quanto puoi chiedere con il piccolo prestito per Guardia di Finanza? Da 1 a 4 mensilità da restituire nell’arco di tempo che va da 12 a 48 mesi. Quindi stiamo parlando massimo di prestiti quadriennali.

Prestito pluriennale

Oltre al piccolo prestito, l’INPS eroga finanziamenti garantiti e pluriennali con somme differenti ma periodi più lunghi per ammortizzare la somma. Il prestito per Guardia di Finanza INPS ex INPDAP può avere durata di 5 anni, da chiudere in 60 rate mensili, o decennale. In quest’ultimo caso, ovviamente, il quantitativo dei versamenti raddoppia.

La somma che si può chiedere è pari al quinto di ogni mese incluso nel numero di rate. Ovviamente la rata non può superare 1/5 della mensilità e la rata è composta da:

  • Quota capitale.
  • Interessi determinati da TAN/TAEG.
  • 0,50% per spese amministrazione INPS.
  • Premio per rischio di insolvenza:
    • 1,5% per i prestiti a 5 anni
    • 3% per i decennali
    • Aumenta se si superano 65 anni di età.

Questo tipo di prestito è stato delineato dall’articolo 15 del Decreto del Presidente della Repubblica n.180, emesso il 5 gennaio 1950, e rappresenta una delle soluzioni migliori per ottenere liquidità extra da investire e restituire con calma. Ma come procedere con la richiesta di finanziamento? Ci sono altre soluzioni di prestito per GdF?

NoiPA per prestiti alla Guardia di Finanza

Anche le convenzioni della NoiPA sono molto convenienti per chiedere un prestito se presti servizio o lavori presso la Guardia di Finanza. Il circuito, dedicato al trattamento economico del personale in attivo presso la Pubblica Amministrazione, permette di accedere alla linea di credito con condizioni particolarmente agevolate.

Questo grazie alla convenzione tra il Ministero dell’Economia e delle Finanze e diverse società finanziarie, banche, istituti. Grazie a un piano di ammortamento fino a 10 anni si possono chiedere somme che raggiungono i 75.000 euro grazie ai prestiti NoiPa.

Il tutto con tassi d’interesse vantaggiosi e tempi di erogazione precisi. La soluzione è sempre la stessa: cessione del quinto, rate fisse e possibilità di allungare i tempi di ammortamento in base alle direttive del singolo istituto di credito.

Da leggere: come aiutare i figli a comprare casa

Vuoi una consulenza per il tuo prestito GdF?

Anche se ci sono diverse soluzioni agevolate, chi ha bisogno di un finanziamento e lavora presso la Guardia di Finanza può avere difficoltà a individuare la soluzione. Per questo ci siamo noi: chiedi una consulenza e ricevi sul conto corrente il miglior prestito con il tasso d’interesse più basso. Così puoi raggiungere i tuoi obiettivi.

Categories
Prestiti e cessioni

Silvio Parisella

Sono un agente finanziario e business coach. Mi occupo di prestiti dal 2006, mi sono specializzato nel prodotto cessione del quinto per dipendenti e pensionati. Ho finanziato migliaia di clienti in tutta Italia.
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments